I Migliori Pannolini monouso (provati da me)!

Oggi affrontiamo il tema spinoso dei Pannolini. Ho atteso parecchio prima di scriverne perché volevo averne provati a sufficienza, ma ora sento di avere padronanza dell’argomento. Vediamo quindi quali sono i migliori pannolini monouso per neonati (provati da me!).

family, newborn, baby

Pampers Progressi: costosi ma di qualità

Purtroppo lo devo ammettere, non sono affatto economici, ma sono i migliori su ogni aspetto: capacità di assorbenza ai massimi livelli, zero arrossamenti, morbidi e comodi e inoltre non si gonfiano eccessivamente come tanti altri.

Questi sono tra l’altro i pannolini usati nei reparti maternità. A volte si trovano in offerta e noi li usiamo principalmente la notte, mentre di giorno utilizziamo altre marche meno competitive ma più economiche.

Per quanto riguarda la taglia potreste partire dalla 1 “Pampers Progressi Newborn” che va dai 2 ai 5 kg. Non servirà farne una grandissima scorta di questi perchè nel giro di un paio di settimane potreste dover passare alla taglia 2 “Pampers Progressi Mini” che va dai 3 ai 6 kg, i quali risultano più comodi!

In questo caso ci sono dei pacchi risparmio che contengono 120 pannolini e se vi sta venendo il dubbio di non riuscire ad usarli prima che “cambi taglia”, state tranquilli perchè cambierete dai 6 agli 8 pannolini al giorno(a volte qualcosina in più… lo avrete appena cambiato e rifarà la pupù subito dopo. Capita!)

Huggies Extra Care e Pampers Baby Dry: la seconda scelta

Gli Huggies Extra Care sono stati i pannolini con cui abbiamo cominciato, viste le tantissime offerte e le ottime recensioni. Non posso che parlarne bene, sono un buonissimo compromesso e sicuramente più convenienti. Assorbono bene e non sono troppo ingombranti da limitare i suoi movimenti.

Gli Huggies li metterei al pari dei Pampers Baby Dry secondo me, e subito sotto i Pampers Progressi. Ci sono delle buonissime offerte su Amazon.

Pampers Sole e Luna e Chicco Ultra Soft: buon rapporto qualità/prezzo

Abbiamo provato anche i Pampers Sole e Luna e i Chicco Ultra Soft. Sono anch’essi validi, ma non assorbenti allo stesso modo dei precedenti. Hanno di buono che costano molto meno, si può quindi dire che c’è proporzione tra qualità e prezzo. Mi sento di consigliarli.

Pannolini Esselunga e Smart: bene ma non benissimo

Ed eccoci alla fine di questa personalissima classifica. Abbiamo di recente fatto un test sui pannolini Esselunga e Smart (marca economica dell’Esselunga), essendo noi clienti ed essendoci trovati bene su altri prodotti.

Pollice alzato per entrambi se consideriamo la continenza e la morbidezza. Pollice abbassato invece per la delicatezza: al piccolo è venuto un eritema da pannolino. Questo è ovviamente un dato soggettivo, ad alcuni bimbi capita anche con i pannolini più costosi.

Pannolini Pillo: ecologici

Consigliati dalla mia compagna di stanza in ospedale, i Pannolini Pillo, sono ecologici, fatti in cellulosa di cotone di origine vegetale; sbiancati con acqua ossigenata anziché con il cloro; privi di additivi chimici e derivati del petrolio; la parte che va a contatto con la pelle è di cotone.

Consigliati più che altro dopo lo svezzamento, poiché non avendo il tessuto a nido d’ape non contengono così bene la pupù liquida.

Pannolini Lupilu (Lidl): ottimo rapporto qualità/prezzo

Anche questi consigliati e recensiti dalla mia compagna di stanza! Ottimo rapporto qualità/prezzo, da cambiare ogni 3/4 ore in ogni caso.
Hanno il comodo indicatore di umidità che si trova anche dei Pampers Progressi. Anche questi pannolini sono in cellulosa, discretamente assorbenti e molto convenienti.
Da provare insomma!

Se ne avete possibilità provateli e fatemi sapere cosa ne pensate lasciando un commento!

Al prossimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *